Il nuovo Ristorante - Food bar

Nel centro storico di San Miniato (PI)

A San Miniato (pi)

TERRAZZA MIRAVALLE

La Terrazza Miravalle è il nuovo ristorante e food bar di San Miniato: cucina a km 0, territorio, tradizione e stagionalità in un ambiente contemporaneo, con vista sul panorama del Valdarno.

Iscriviti alla newsletter

Ricevi in anteprima le novità del menù e gli eventi in programma alla Terrazza Miravalle.

Vieni a scoprire la bellezza di San Miniato. Goditi la vista panoramica dalla Terrazza Miravalle.

Terrazza Miravalle

RISTORANTE A SAN MINIATO

Lo Chef Maurizio Barbara alla guida della cucina, propone un menù ispirato alla tradizione toscana, alle stagioni e con le materie prime del territorio. Terrazza Miravalle è anche Food bar: dal Coffee to go al Wine Bar, la Terrazza Miravalle a San Miniato offre uno spazio accogliente, che sia per prendere un caffè al volo o rilassarvi con uno dei nostri drink.

RISTORANTE A SAN MINIATO

Miravalle_ristorante_chef

Ricerca e Tecnica

Chef

Trentacinque anni, siciliano per nascita, Maurizio Barbara è innamorato della Toscana, terra d’adozione in cucina. I sapori del Chianti sono stati (e sono ancora) un’ispirazione, fin da quando, solo per diletto, si divertiva ai fornelli per gli amici. Chef da 12 anni, ha collaborato con grandi professionisti italiani (Valeria Piccini, ristorante stellato da Caino) ed esteri (l’esperienza francese de La Fontaine aux Perles, stella Michelin) ed è stato alla guida di alcuni locali toscani (a Cerbaia, Montespertoli, San Miniato). Alla Terrazza Miravalle Maurizio interpreta un territorio, le sue tradizioni e i prodotti di stagione.

Qualità, territorio, stagionalità

Cucina

La ricerca è espressione della cultura di un territorio e dei suoi equilibri. La cucina della Terrazza Miravalle sceglie il km 0 (se possibile il biologico e il biodinamico), la stagionalità, la qualità dell’olio extravergine di oliva amaro e piccante, le materie prime migliori.

Il menù del ristorante è toscano (con qualche piatto fuori territorio) e si ispira al ricettario di famiglia dello chef (la minestra di pane, la pappa al pomodoro).

L’armonia e la bellezza di queste terre sono paesaggio che diventa sapore e aroma nelle creazioni gastronomiche.

Così d’inverno si propone il Carnaroli al cavolo nero, in primavera la freschezza delle preparazioni a base di piselli, asparagi, baccelli, agretti, d’estate le ricette al profumo del basilico e il pesce azzurro che arriva dal mare di Viareggio.

Oltre al menù alla carta si possono gustare i piatti del giorno, che nascono da ciò che di meglio offre il mercato.

La tradizione si rinnova in tanti piatti, come gli gnudi di ricotta, con agretti, scaglie di grana e polvere di cipollotto o la zuppa moderna, con la cipolla croccante, marinata sotto sale e zucchero. Il semifreddo al Vin Santo con granella di cantuccini è un dolce omaggio alla Toscana.